Compatibilità prestazioni economiche Inail con altre prestazioni pensionistiche
15 novembre 2018

Quando è possibile accedere a diversi accertamenti e riconoscimenti per invalidità, gli stessi possono dar luogo ad alcune forme di incompatibilità o incumulabilità, sia per quanto concerne le visite di accertamento sia per i relativi benefici economici spettanti.

Compatibilità prestazioni economiche Inail con altre prestazioni pensionistiche Cosa comporta l’incompatibilità e l’incumulabilità.
Per incompatibilità si intende l’impossibilità di effettuare due accertamenti da parte di Enti diversi, per la stessa patologia o menomazione e, di conseguenza, di percepire i trattamenti economici spettanti per ogni tipologia di accertamento; per esempio, accertamento INAIL e d’invalidità civile per la stessa patologia.

Quando si verifica una di queste condizioni sarà necessario (ove possibile), optare per l’accertamento che si ritiene più conveniente. Per incumulabilità si intende la possibilità di avere due accertamenti e riconoscimenti diversi per la stessa causa invalidante, ma non si ha diritto al cumulo delle singole prestazioni economiche relative ad ogni riconoscimento. La pensione, come tutte le altre prestazioni pensionistiche previste per invalidità civile, è stata incompatibile con le pensioni dirette concesse a seguito di invalidità contratta per causa di guerra, di lavoro (INAIL) o per causa di servizio, nonché con gli altri trattamenti pensionistici diretti erogati a titolo di invalidità (articolo 3 Legge n. 407/1990).

Il divieto di cumulo è stato abrogato dall'articolo 12 Legge 30 dicembre 1991, n. 412, ma limitatamente alle persone invalide civili totali (100%), per le persone cieche civili e alle persone sorde civili, che possono cumulare la pensione conseguita per invalidità civile con gli altri trattamenti pensionistici sopra specificati. Infatti, la Legge n. 412/1991 ha abrogato ogni incompatibilità fra la pensione concessa alle persone invalide civili totali, ciechi assoluti e sordi civili con:

  • altri trattamenti pensionistici di inabilità erogati dall'INPS, dalle gestioni pensionistiche per i lavoratori autonomi e da ogni altra gestione pensionistica per i lavoratori dipendenti

  • la rendita INAIL (ma soltanto se il riconoscimento non dipende dallo stesso evento o causa)

  • analoghe provvidenze concesse per causa di servizio, ma soltanto se il riconoscimento non dipende dallo stesso evento o causa (articolo 1 Legge n. 508/1988)

  • analoghe provvidenze concesse per causa di guerra, ma soltanto se il riconoscimento non dipende dallo stesso evento o causa (articolo 1 Legge n. 508/1988)

Ad ogni modo, le pensioni riconosciute per invalidità civile saranno cumulabili con le pensioni sopra indicate, a condizione che si rientri nel limite di reddito previsto annualmente per la concessione delle pensioni per invalidità civile.

Fonte: www.superabile.it

Facebook